Il segreto dei centenari italiani: benessere soprattutto mentale.

Nei remoti paesini incastonati tra il mare e le montagne, in Cilento, vivono diverse centinaia di ultranovantenni. Ricercatori dell’Università Sapienza di Roma e dell’Università della California a San Diego li hanno studiati e ‘messi sotto il microscopio’, identificando alcuni tratti psicologici comuni. Una sorta di segreto della longevità ‘rubato’ ai centenari italiani. Lo studio, pubblicato su ‘International Psychogeriatrics’, svela…

Babysitter nelle feste, in sicurezza.

La vecchia zia che generalmente vediamo poco perché vive in un’altra città e che ritroviamo sotto Natale, l’amica di lunga data che non ha figli e lavora sempre ma proprio il giorno in cui ci serve un aiuto è libera. Possono essere tanti i babysitter ‘improvvisati’ nel periodo delle feste a cui chiediamo di guardare i…

Il tè che fa bene agli occhi.

Una tazza fumante almeno una volta al giorno può ridurre il rischio di glaucoma, una malattia oculare correlata generalmente a una pressione dell’occhio troppo elevata da cui secondo l’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) sono affette 55 milioni di persone nel mondo e che è la seconda causa di cecità irreversibile. In Italia si stima che…

La Selfite: cronica, acuta, borderline. Una vera ossessione.

Il bisogno ossessivo di postare selfie, definito ‘selfite’ secondo un termine coniato nel 2014, è un vero e proprio disturbo mentale. Parola di alcuni psicologi della Nottingham Trent University e della Thiagarajar School of Management in India, che in uno studio pubblicato sull’International Journal of Mental Health and Addiction, hanno esaminato il fenomeno scoprendo che…

“Dividere a metà una pillola è pericoloso”.

Dividere a metà una pillola o magari tritarla, per poi metterla nella minestra o nel purè, oppure ancora ingerirla insieme ad altre sostanze, può comportare rischi insospettabili. Lo sottolineano gli esperti della Società italiana di gerontologia e geriatria (Sigg), secondo cui alterare la struttura dei farmaci può ridurre l’efficacia della terapia e aumentare il rischio…

Rapporto Pit Salute: la sanità pubblica resta la prima scelta ma a caro prezzo.

Lunghe liste d’attesa, eccessivo costo del ticket e dei farmaci e assistenza territoriale insoddisfacente tendono a minare la fiducia degli italiani nei confronti del Sistema Sanitario Nazionale (Ssn). Questa l’immagine che emerge dal XX Rapporto Pit Salute dal titolo “Sanità pubblica: prima scelta ma a caro prezzo” presentato il 12 dicembre a Roma da Cittadinanzattiva e dal Tribunale…

Oms, entro il 2050 persone con demenza potrebbero essere 152 milioni.

Entro il 2050 il numero di persone colpite da demenza dovrebbe triplicare, passando dai 50 milioni attuali a 152 milioni, a causa dell’invecchiamento della popolazione mondiale. Lo rivela l’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità), l’agenzia per la salute dell’Onu che ha lanciato il primo sistema di monitoraggio globale online per la patologia, il Global Dementia Observatory.…

10 consigli anti freddo.

Freddo, neve e gelo. Le temperature in picchiata, oltre ad aumentare le sindromi influenzali, possono causare una recrudescenza della sintomatologia di malattie croniche, specialmente dell’apparato respiratorio, cardiovascolare e muscoloscheletrico. Le persone più vulnerabili, come cardiopatici, diabetici, persone con patologie respiratorie croniche, patologie psichiatriche, che assumono psicofarmaci, alcool o droghe e persone in condizioni di precarietà socio-economica…

Alzheimer, al via progetto di screening sui pazienti a rischio.

Oggi non esistono farmaci in grado di fermare o far regredire l’Alzheimer, ma nei prossimi anni lo scenario potrebbe cambiare: termineranno infatti le sperimentazioni di oltre 50 farmaci potenzialmente in grado di rallentare o arrestare la malattia. Molti di essi agiranno solo nelle forme “prodromiche” di malattia che appartengono ad una condizione definita Mild Cognitive…