Ogni spezia ha una virtù, 30 sono paladine della salute.

Possono rilassare, lenire le infiammazioni, aumentare i livelli di energia, rafforzare il sistema immunitario e contrastare le infezioni. Non solo: contengono potenti sostanze antiossidanti in grado di combattere i radicali liberi, che danneggiano le cellule favorendo malattie e invecchiamento. Alle spezie, alle loro proprietà e all’utilizzo in cucina per insaporire e aromatizzare il cibo, è dedicato il volume “Le spezie della salute in cucina”, di Natasha MacAller (edito da Red! 19,50 euro). Un viaggio culinario intorno al mondo presentato attraverso 90 ricette , molte delle quali a firma di famosi chef di fama internazionale, da Lidia Bastianich a Peter Gordon, passando per José Andrés, designato da “Time Magazine” come una delle 100 persone più influenti al mondo, e Anne-Sophie Pic, tre stelle Michelin.
Senza dimenticare gli esempi di eccellenze italiane oltreconfine, come Francesco Carli, executive chef presso il Country Club di Ipanema a Rio De Janeiro, e Simone Cerea, Executive Chef al Regent di Singapore. Trenta le spezie “paladine della salute” di cui si potranno scoprire proprietà nutrizionali e terapeutiche con esperti di medicina e alimentazione, divise in sei sezioni : per le difese immunitarie (curcuma, cumino, cumino nero, chiodi di garofano, pimento, scorza di agrumi, anice stellato), disintossicanti ( cannella, rosmarino, origano, alloro, ibisco), energetiche (pepe nero, coriandolo, cacao, noce moscata, tamarindo), riscaldanti (peperoncino, zenzero, semi di senape, rafano, wasabi), rigeneranti (aglio, cardamomo, melagrana, fieno greco, timo)e rilassanti (salvia, basilico, zafferano, menta, citronella). Ogni capitolo si apre con un’introduzione e una breve indagine scientifica di ogni spezia, ciascuna delle quali si conclude con un contributo scientifico. A seguire, tutte le ricette incentrate sulle spezie selezionate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *